broth

Esistono vari tipi di brodo:
Il brodo di carne o verdura liofilizzato (in granulare o dado) è quello più comunemente utilizzato.Per 100 grammi ha molte calorie, ma è da considerare che la quantità che viene utilizzata per fare una porzione di brodo è pochissima. In genere le calorie che apportano 100ml di brodo si aggirano attorno alle 10-15Kcal, quindi direi valori trascurabili. L’unica attenzione che dovete avere quando acquistate in supermercato un brodo è che non abbia il glutammato perchè è un additivo da evitare.
Il brodo di carne fatto in casa invece è molto più saporito e ricco di nutrienti dei brodi fatti con il dado,  può essere preparato con vari tipi di taglio di animale. Il consiglio è quello di usare vari tipi di carne ed aggiungere delle verdure (cipolla, sedano, carote..) per renderlo più saporito. L’acqua in cui si immergono le carni e gli ortaggi dev’essere fredda e poi va portata ad ebollizione. Si parte da acqua fredda e poi si scalda perchè in questo modo gli alimenti rilasciano i loro nutrienti idrosolubili all’interno dell’acqua. Ad esempio, la carne rilascia il 5-10% delle proteine, il 50-70% di grassi, molti minerali, in particolare calcio e potassio e buona parte delle vitamine, in particolare quelle del gruppo B e l’acido pantotenico.
Al contrario, se la carne é immersa in acqua calda/bollente si riduce la fuoriuscita di nutrienti e l’alimento mantiene un buon valore nutrizionale, ma il brodo diventa solo acqua sporca.
Se volete ottenere un brodo molto magro, ma che mantenga le proteine, le vitamine e i sali minerali rilasciati dalla carne, non dovete fare altro che lasciare raffreddare il brodo al termine della cottura, metterlo in frigo e poi togliere lo strato di grasso bianco che si sarà formato sulla superficie dopo qualche ora.
Una volta sgrassato otterrete un brodo con pochissime calorie, con una quantità trascurabile di grassi e con elevato valore nutritivo.